Mercanti di uomini. Il traffico di ostaggi e migranti che finanzia il jihadismo

Autore: Loretta Napoleoni
Editore: Rizzoli
Anno: 2017
Scheda libro:
È un business sofisticato quello che ogni giorno fa approdare migliaia di rifugiati sulle nostre coste. Chi lo controlla? Una nuova categoria di criminali, nata dalle disastrose risposte occidentali alla tragedia dell'11 settembre e dal collasso economico e politico di molti Stati-chiave in Africa e Medioriente. Tutto è cominciato con il traffico di cocaina, trasportata dalla Colombia in Europa lungo le rotte transahariane. Le stesse rotte sono servite per far perdere le tracce di decine di ostaggi occidentali, rapiti per finanziare gruppi terroristici e bande criminali, dopo la destabilizzazione della Siria e dell'Iraq e l'ascesa dell'lsis. Oggi su quelle piste viaggia un'altra merce: esseri umani, a milioni, in fuga da guerre e povertà verso un Occidente che credono più accogliente e più ricco di quanto non sia. Un commercio che costa migliaia di vite, e che vale miliardi. In una ricostruzione che si avvale di interviste esclusive a negoziatori, membri dei servizi segreti, esperti del contrasto al terrorismo e alla pirateria, ex ostaggi e molti altri, Loretta Napoleoni ci porta nel mondo complesso dei mercanti di uomini, spiegando come le vite umane vengono "valutate" in termini economici e come alcune scellerate politiche occidentali alimentino tanto il mercato dei riscatti quanto il traffico dei clandestini. Proprio il circolo vizioso tra economia ufficiale ed "economia canaglia", che rischia di portare l'Europa alla rovina ma che arricchisce molti, sta producendo uno tsunami di migranti e un'escalation di incertezza che lascia spazio ai populismi, a fenomeni come la Brexit o l'ascesa di Trump negli Usa. L'Occidente riuscirà a sopravvivere al rovinoso fallimento della globalizzazione? 
L’esperta di terrorismo internazionale Loretta Napoleoni ci racconta un nuovo terrificante capitolo dell’economia globale. Dopo il successo di Isis. Lo stato del terrore, l’analista e scrittrice torna, con Mercanti di uomini. Indagine sul traffico milionario di ostaggi e migranti che finanzia il jihadismo mondiale, a svelarci inquietanti pagine di scambio illegale di denaro. Gli uomini che fuggono dalla povertà, dalla guerra, dalla devastazione per cercare un futuro migliore altrove sono soggetti a vere e proprie schiavitù operate da singoli clan di malavita e anche da organizzazioni internazionali potentissime intrecciate a banche, politica e poteri forti. Questo traffico di uomini garantisce un giro di affari notevole alle economie socialmente vincenti. Il racconto e l’analisi attenta e puntuale della Napoleoni ci offrono un nuovo punto di vista sull’emigrazione, ma anche sul nuovo fenomeno che vede degli occidentali rapiti nelle zone più fragili del pianeta. In questo scambio di carne, di sangue e di soldi ci sono intrecci economici sconvolgenti e fortissimi. Mentre asiatici, africani, latinoamericani emigrano nelle terre europee e nordamericane, in Medio Oriente i sequestratori rapiscono e controllano il traffico di occidentali. Cosa c’entrano i due fenomeni? La Napoleoni ce lo spiega e con inquietante consapevolezza intravediamo la linea sottile che divide il fondamentalismo, il terrore e ciò che noi consideriamo indicibile dai poteri delle nostre economie. E’ tutto collegato e tutto conduce ad un unico filone: quello monetario. Mercanti di uomini è un altro importante spaccato di verità che è fondamentale conoscere per comprendere meglio dove va il nostro mondo. 


Autore recensione:  

Nei prossimi giorni
Nessun elemento attualmente disponibile.
Cortina Racconta
Cortina Incontra
Fondazione InSé Onlus
Telepass Pay
Rassegna stampa




Seguici
| Share